Sitting Volley

La differenza principale rispetto alla pallavolo è il fatto che i giocatori sono seduti nel campo, di dimensioni inferiori rispetto a quello standard, con una rete posta ad altezze inferiori: 110 cm per gli uomini, 105 cm per le donne.

Il gioco si svolge in una palestra, fra 2 squadre composte ciascuna da 6 giocatori (e 6 riserve), con un campo di 6x10 m. La regola principale del sitting volley consiste nel fatto che un atleta al momento in cui tocca la palla deve avere il sedere o una parte del busto a contatto con il parquet di gioco. Il regolamento della pallavolo paralimpica consente agli avversari di murare il servizio, a patto che i difensori mantengano la posizione seduta.

La GiocoParma dispone di una squadra maschile e una femminile.

Giorni: Martedì (uomini), Mercoledì (donne), Sabato tutti insieme
Orari: dalle 20.00 alle 22.00 e il Sabato dalle 15.30 alle 17.30
Disabilità: motoria
Contatti: segreteria@giocopolisportiva.it
Sede: Palazzetto dello Sport Sala Inferiore

Sittingvolley_giocoparmaStoria
La squadra di sitting volley “Cedacrì Sitting Volley GiocoParma” nasce a Parma e al campionato italiano 2019-20 entrambe le squadre, maschile e femminile, sono salite sul podio.

La prima squadra formata che si chiamava “Punta allo zero” dopo soli 6 mesi approda in nazionale. È formata da giocatori provenienti da GiocoParma ASD, Energy volley, US Acli.

Il 1° dicembre 2013 al Palazzetto dello sport di Parma si tiene il primo torneo dimostrativo con squadre dell’Emilia Romagna. In seguito si organizzano tornei e manifestazioni nelle città che hanno una squadra. Un torneo importante porta il nome di Torneo Interregionale Rotary, cui partecipano tutte le squadre del nord Italia e viene organizzato a turno dalle squadre nelle rispettive città: Rovigo (Pol. Qui Sport), Pisa (Dream Volley), Ravenna (Pianoterra), Cesena (Volley Club), Parma (Punta allo zero). Altro torneo importante è organizzato da US Acli.

Nel 2016 la nazionale italiana maschile ottiene la prima vittoria internazionale bettendo il Legnica per 2-0, nel corso del torneo internazionale in Polonia.

Nel 2017 si è giocato il Primo Campionato Nazionale Italiano per concentramenti, con 10 squadre maschili e sei femminili. Punta allo zero maschile si fa superare, mentre la femminile approda alle semifinali e si classifica terza. Dopo vari successi ai campionati europei, all’Italia sfugge l’opportunità della partecipazione alle Paralimpiadi di Rio 2016.

La squadra fornisce atleti alla nazionale: Maria Agostino, Michela Magnani, Lorenzo Campana; Fabio Ormindelli è viceallenatore della nazionale femminile, che a fine marzo in Corea si aggiudica la partecipazione ai MONDIALI del 2018 in Olanda, durante i  quali la squadra combatte strenuamente e si aggiudica il QUARTO POSTO. Al ritorno, Michela Magnani viene festeggiata e ricevuta ufficialmente nella Sala del Consiglio di Parma, con Fabio Ormindelli, dirigenti, atleti, amici…