Sitting Volley


Sitting Volley
Il sitting volley fu giocato per la prima volta nel 1956 in Olanda.

La differenza principale rispetto alla pallavolo è il fatto che i giocatori sono seduti nel campo, di dimensioni inferiori rispetto a quello standard, con una rete posta ad altezze inferiori: 110 cm per gli uomini, 105 cm per le donne.

Il gioco si svolge in una palestra, fra 2 squadre composte ciascuna da 6 giocatori (e 6 riserve), con un campo di 6x10 m. La regola principale del sitting volley consiste nel fatto che un atleta al momento in cui tocca la palla deve avere il sedere o una parte del busto a contatto con il parquet di gioco. Il regolamento della pallavolo paralimpica consente agli avversari di murare il servizio, a patto che i difensori mantengano la posizione seduta.

Storia
La squadra di sitting volley “Punta allo zero” nasce a Parma nel 2013 ed in 6 mesi approda in nazionale. È formata da giocatori provenienti da GiocoParma ASD, Energy volley, US Acli.

Il 1° dicembre 2013 al Palazzetto dello sport di Parma si tiene il primo torneo dimostrativo con squadre dell’Emilia Romagna. In seguito si organizzano tornei e manifestazioni nelle città che hanno una squadra. Un torneo importante porta il nome di Torneo Interregionale Rotary, cui partecipano tutte le squadre del nord Italia e viene organizzato a turno dalle squadre nelle rispettive città: Rovigo (Pol. Qui Sport), Pisa (Dream Volley), Ravenna (Pianoterra), Cesena (Volley Club), Parma (Punta allo zero). Altro torneo importante è organizzato da US Acli.

Nel 2016 la nazionale italiana maschile ottiene la prima vittoria internazionale bettendo il Legnica per 2-0, nel corso del torneo internazionale in Polonia.

Nel 2017 si è giocato il Primo Campionato Nazionale Italiano per concentramenti, con 10 squadre maschili e sei femminili. Punta allo zero maschile si fa superare, mentre la femminile approda alle semifinali e si classifica terza.

Punta allo zero fornisce atleti alle squadre nazionali: Maria Agostino, Michela Magnani, Lorenzo Campana; Fabio Ormindelli è viceallenatore della nazionale femminile, che a fine marzo in Corea si aggiudica la partecipazione ai MONDIALI del 2018 in Olanda. Dopo vari successi ai campionati europei, all’Italia sfugge l’opportunità della partecipazione alle Paralimpiadi di Rio 2016.

 

Attività di promozione:

La GiocoParma asd si aggiudica il BANDO REGIONALE denominato INCLUSITTING, di cui è responsabile Giovanni Marani. Questo comporta il riconoscimento ufficiale dei meriti della “Punta allo zero” e un finanziamento che porta ad allargare l’attività tra i giovani e nelle scuole, grazie all’impegno di Diletta Del Prete, Fabio Ormindelli e Antonio Franceschetti. Per la prima volta il sitting entra nelle scuole elementari e medie con il progetto “Giò torna a scuola” che è all’ottavo anno, insieme con wheelchair basket, handbike e testimonianze dal vivo e con video nelle aule.

Nelle scuole superiori, grazie alla settimana di stage organizzata all’Wopa da Forum Solidarietà, partono due progetti ideati dagli studenti con la partecipazione di diversi istituti superiori, con campionati di sitting volley interni e inter-istituti che si protrarranno nell’anno scolastico 2018-2019. Ci sarà in primavera anche una grande festa dello sport, con attività normo e para.

organigrammaSitting