Canoa-Kayak

Paracanoa
La canoa è uno sport tra i più completi, adatto a bambini, adulti, anziani e diversamente abili.

Gli atleti di questa disciplina sono divisi in classi funzionali a seconda della disabilità. I principali tipi d’imbarcazione utilizzati sono la canoa e il kayak, singoli o doppi, nonché la canoa polinesiana. Gli scafi e le pagaie, nonché le impugnature di queste ultime, possono essere modificati per venire incontro al tipo di disabilità dell’atleta.
L’avviamento alla paracanoa (canoa per disabili), sempre affrontato con l’aiuto di accompagnatori, può essere effettuato su acqua piatta (piscina e lago) o su acqua mossa (fiumi e torrenti).

Storia
Il settore canoa della Polisportiva Gioco nasce ufficialmente nel 2016, dopo alcuni tentativi nei due anni precedenti. Ramona Broglia, con Giuliana Spaggiari, atleta con lesione plesso brachiale destra, già campionessa di nuoto, decide di dedicarsi alla canoa; trova la guida professionale nel dott. Daniele Cozzini, canoista e specialista in medicina dello sport. E’ supportata dal Gruppo Canoe Viadana con Sergio Rosati e dal Canoa Team Boretto Po con Emilio Sandri. L’obiettivo è ambizioso: le paralimpiadi di Tokyo 2020. Allenamenti in piscina, in acqua piatta e in acqua mossa, in laghi e fiumi. Il cortometraggio “Impossible is nothing” documenta la progressione, dalla protesi costruita dalle Scuderie Campari ai primi risultati in gare ufficiali, che consentono la classificazione nelle categorie nazionali. Impossibile per ora accedere alla classificazione internazionale a causa di regolamenti datati che non prevedono atleti con lesioni agli arti superiori; questo costringe Ramona Broglia a ripiegare sulla canoa polinesiana per gare internazionali. L’atleta si allena con costanza e determinazione, vince gare e titoli nazionali nel 2017 con la categoria KITA3 senior: all’idroscalo di Milano si laurea Campionessa Italiana di velocità 200m; a Mestre Campionessa Italiana di discesa e di slalom; Giuliana Spaggiari Campionessa Italiana di discesa.

Nel 2018 Ramona Broglia consegue nuovamente i due titoli nazionali, con il rammarico di non avere ancora avversarie della stessa categoria con cui confrontarsi.